Project Description

emergenza-abitativaBANDO 2014 – I dati raccolti dall’Osservatorio Sociale nel corso degli ultimi tre anni evidenziano un crescendo di segnalazioni per emergenze abitative quasi esclusivamente dettate da famiglie con minori. I casi presi in carico dal Tavolo Tecnico del Comune nel 2012 sono stati 46 e 224 nel 2013 (con piu’ di 100 sfratti esecutivi). Per l’anno 2014 si sono già raccolte piu’ di 300 segnalazioni.

La risposta “Eticasa: oltre l’emergenza abitativa” dell’Associazione San Benedetto al Porto, sostenuto dalla Fondazione SociAL nell’ambito del Bando 2014, vuole incidere sul fenomeno delle Occupazioni Abusive a scopo di lucro individuando strumenti di monotoraggio costante capace di sperimentare fenomeni di prevenzione alle occupazioni e miglioramento dei tempi di assegnazione. Il progetto si pone al servizio del Comune e dell’ATC per implementare sperimentazioni e modelli di intervento efficaci rispetto a questi fenomeni di micro-criminalitaà sempre piu’ diffusi.

Rendere il patrimonio di Edilizia Pubblica e Sociale maggiormente disponibile e con una tempistica più adeguata ai reali bisogni è la risposta strutturale per contrastare la deriva delle famiglie con minori sotto sfratto o a rischio di perdita dell’abitaizone principale. Inoltre, la Comunità San Benedetto vuole individuare eventuali modelli ritenuti efficaci che potranno essere valutati in un’ottica di Rete per offrire strumenti di controllo e governo del patrimonio abitativo pubblico.

I beneficiari diretti e finali di questo progetto dovranno essere le famiglie in attesa di una assegnazione di ERP/S (Edilizia Residenziale Pubblica/Sociale) ancora in appartamento o gia’ in fase di rilascio. Durante questi ultimi due anni il fenomeno delle famiglie a rischio di perdere l’abitazione è talmente aumentato assumendo proporzioni vaste e drammatiche che si rende necessario un intervento di tipo strutturale capace di integrarsi con gli interventi di Emergenza.

SITO – Associazione San Benedetto al Porto

FB – Comunità San Benedetto al Porto

Le azioni di tutoraggio della Fondazione SociAL sul progetto si sono concluse nel mese di agosto 2016.