Project Description

map-of-the-world-2164673_1920BANDO 2017 – Il progetto “MediAL2. Rete Territoriale per l’integrazione dei Richiedenti d Titolari di Protezione Internazionale“, sostenuto anche per l’anno in corso dalla Fondazione SociAL, si pone in continuità con il progetto MediAL sviluppato sul territorio di Alessandria e provincia. La nuova edizione ha come obiettivi principali quello di proseguire nella formazione e nell’aggiornamento giuridico, etnopsichiatrico e sociale degli operatori che si relazionano con utenza straniera, oltre che costruire una rete con i soggetti gestori di CAS e Sprar, gli enti locali, i servizi sanitari e del lavoro, in collaborazione con il progetto Migral del CTI della Prefettura.

La proposta formativa di MediAL2 si articola quest’anno in due percorsi: uno per ciò che concerne l’ambito sanitario e uno relativo all’ambito socio-lavorativo e normativo sull’accesso al mercato del lavoro dei richiedenti asilo.

La formazione dedicata all’ambito sanitario, che ha preso avvio alla fine di marzo, viene diversificata secondo le diverse tipologie di operatori al fine di fornire competenze adeguate per l’individuazione precoce del disagio psichico e della malattia e per la messa in atto di modalità di cura rispondenti ai vissuti culturali di provenienza dei richiedenti di protezione internazionale. Emerge infatti l’esigenza di prestare attenzione al disagio psichico dei soggetti provenienti da percorsi di migrazione forzata per costruire strumenti di osservazione, di analisi e di intervento capaci di tener conto delle diverse variabili implicate. L’incontro con la sofferenza di questi soggetti richiede una riflessione sulle molteplici dimensioni di violenza cui sono esposti nel paese d’origine, durante la fuga e nel territorio d’accoglienza, sui modelli esplicativi di malattia e cura in contesti non occidentali, sul trauma e le sue conseguenze così come sulla complessità di una relazione d’aiuto dove le dimensioni più strettamente tecniche sono fortemente intrecciate a quelle di ordine morale e politico.

Il percorso socio-lavorativo e giuridico per Operatori e mediatori di CAS e SPRAR, che avrà inizio martedì 10 aprile alle ore 14.30 con un incontro dal titolo “E dopo? Problemi e prospettive degli inserimenti socio-lavorativi dei titolari di protezione internazionale” a cura del Dipartimento di Giurisprudenza e Scienze Politiche, Economiche e Sociali (DiGSPES) Università del Piemonte Orientale, si pone come fine quello di fornire strumenti metodologici di accompagnamento alla preparazione all’inserimento nel mercato del lavoro e alla ricerca di luoghi di lavoro adeguati alle competenze dei singoli richiedenti asilo. Il percorso formativo, che si conluderà a settembre, si articola in 5 incontri che avranno al centro non solo i problemi e le prospettive degli inserimenti socio-lavorativi dei titolari di protezione internazionale, ma anche un approccio metodologico per il loro inserimento lavorativo nonché una panoramica delle misura della Regione Piemonte per favorire l’inserimento occupazionale di persone disoccupate e svantaggiate. Infine il percorso sarà arricchito da una aggiornata informazione sulle norme che disciplinano l’accesso al mercato del lavoro del richiedente o titolare di protezione internazionale a cura di ASGI e Consorzio Co.Al.A

Per maggiori informazioni potete visualizzare il programma degli incontri e contattare la mail medial@culturaesviluppo.it. I materiali prodotti dai docenti e i link alle videoriprese saranno messi a disposizione su una pagina dedicata al progetto sul sito di ASGI e sul sito dell’Associazione Cultura e Sviluppo.

Il progetto, promosso dall’Associazione per gli Studi Giuridici sull’Immigrazione (ASGI), vede la collaborazione di partners come la Prefettura di Alessandria, l’Università del Piemonte Orientale – Dipartimento di Giurisprudenza e Scienze Politiche, Economiche e Sociali (DiGSPES), l’Ires Piemonte, l’Associazione Franz Fanon di Torino, il Consorzio Co.Al.A. Hanno aderito inoltre al progetto numerosi enti e associazioni tra cui l’associazione Cultura e Sviluppo , L’Azienda Ospedaliera di Alessandria e l’Azienda Sanitaria alessandrina.

L’Associazione Studi Giurdici sull’Immigrazione (ASGI), nata nel 1990, riunisce avvocati, operatori legali ed esperti in diritto dell’immigrazione con uno specifico interesse professionale per le questioni giuridiche connesse all’immigrazione. Si propone di promuovere l’informazione, lo studio, la formazione di carattere giuridico attinenti alla condizione dello straniero e la tutela legale dei cittadini stranieri sia a livello locale sia a livello nazionale attraverso il contributo dei propri soci.

SITO – ASGI 

FB – A.S.G.I. Gruppo Pubblico