Project Description

chialsanrocco01-1BANDO 2016 – La presenza, sul territorio comunale, di un numero sempre maggiore di persone in grave condizione economica o prive di specifici requisiti per accedere ai servizi di sanità pubblica spinge a ricercare nuove soluzioni che, senza sostituirsi ai servizi sanitari territoriali, consentano ad un maggior numero di soggetti di avere accesso ad un’assistenza di base anche nell’interesse della salute pubblica generale.

A tale scopo il progetto “Ambulatorio medico nessuno escluso” attiva il 19 novembre un ambulatorio medico generico con anche la possibilità di effettuare visite ginecologiche, di usfruire di un servizio docce e di creare un laboratorio dentistico che ospiterà l’attività dei professionisti che hanno aderito al progetto “Odontoaiuto” promosso dal Comune di Alessandria. L’ambulatorio medico, promosso dall’Associazione Opere di Giustizia e Carità onlus di Alessandria e finanziato dalla Fondazione SociAL nell’ambito del Bando 2016, svolge inoltre interventi di informazione rispetto ai servizi pubblici disponibili sul territorio e di accompagnamento presso gli stessi per quegli utenti che manifestano difficolta ad interagire con il servizio pubblico per motivi linguistici, sociali e culturali.

I beneficiari diretti del progetto sono dunque uomini e donne senza fissa dimora o che abitano in sistemazioni di fortuna, soggiornanti ma non residenti, e per i quali non è possibile avere l’assegnazione del medico di base, oltre che donne vittime di prostituzione e tutti coloro che, per limiti propri o della sanità pubblica, non riescono a ricevere le cure di base.

L’ambulatorio medico, ospitato presso la Parocchia di San Rocco ad Alessandria sarà operante per due ore alla settimana.

interno-sede-ostelloL’Associazione Opere di Giustizia e Carità nasce come strumento operativo della Caritas Diocesana di Alessandria e gestisce il Centro d’Ascolto per soggetti bisognosi, la Mensa Tavola Amica, l’Ostello maschile e femminile, il servizio di distribuzione indumenti, un progetto di cohousing maschile e la “Casa delle donne”.
L’associazione di pone come obiettivo l’individuazione di modi e strumenti volti ad offrire pronta accoglienza a soggetti emarginati e la collaborazione con Amministrazioni locali, Enti, Organizzazioni ed altre Associazioni nella ricerca di strumenti utili a facilitare il reinserimento di questi soggetti svantaggiati nella società civile.