Project Description

downloadBANDO 2018 – La condizione carceraria è al centro del dibattito pubblico: nel contesto alessandrino emerge una difficile condizione di vita dei detenuti, con particolare riferimento allo svolgimento di pratiche sportive, intese come fonte di benessere, e la creazione di un sistema alimentare idoneo.

All’interno del contesto carcerario italiano, il Piemonte è luogo di sperimentazione e avanguardia nei percorsi educativi all’interno delle carceri. In questo quadro, si inserisce il progetto “Adone: Sport e Alimentazione nel contesto carcerario”, promosso dal Centro di cultura – Gruppo di operatori dell’Università Cattolica e sostenuto dalla Fondazione SociAL nell’ambito del Bando 2018. L’esperienza alessandrina è un caso significativo, da un lato per i progetti di promozione sociale in corso, ma soprattutto per l’urgenza del bisogno sentito da parte dei detenuti e da parte dello staff carcerario di migliori pratiche e linee guida per impostare un’offerta alimentare che risponda appieno ai bisogni della salute dei detenuti.

I bisogni del territorio sono stati rilevati sulla base di un’attenta desk analysis condotta dai ricercatori dell’UNISG e sulla base dell’esperienza diretta accresciuta nel corso degli anni da parte dei partner del progetto (Uisp, ISES).

Il progetto sta portando a termine un’analisi quali-quantitativa relativa a:

– le pratiche sportive ed alimentari tra i detenuti delle carceri alessandrine, grazie alla somministrazione di questionari, interviste di profondità e alla realizzazione di focus group con i detenuti;

– i protocolli e le pratiche alimentari attive nei carceri alessandrini tramite l’organizzazione di focus group con le risorse di personale, l’analisi delle mense e attività di food-scouting all’interno dell’ambiente carcerario;

Il progetto facilita, inoltre, la realizzazione di azioni educative e di supporto al processo di policy-making, l’articolazione di diete corrispondenti alle pratiche sportive, la proposta di un ricettario specifico per le mense carcerarie e, infine, l’organizzazione di seminari educativi su corrette pratiche alimentari rivolte ai detenuti e agli operatori del carcere.

Il Centro di cultura – Gruppo di operatori dell’Università Cattolica ha come finalità l’impegno culturale, la ricerca e la formazione permanente, a servizio del territorio. Il Centro promuove appuntamenti culturali aperti al territorio e iniziative di studio e ricerca in collaborazione con l’Università del Piemonte Orientale. L’Associazione si propone di perseguire finalità di promozione culturale, formazione, orientamento scolastico e professionale, ricerca e solidarietà sociale sul territorio regionale, nazionale ed internazionale.

SITO – GOC Alessandria

FB – Centro di cultura – Gruppo di operatori dell’Università Cattolica