Seleziona una pagina
FAMIGLIE IN MOVIMENTO – Inaugurazione di Andromeda

FAMIGLIE IN MOVIMENTO – Inaugurazione di Andromeda

“Famiglie in movimento” è un progetto realizzato sul territorio ovadese che è stato finanziato dalla Fondazione SociAL e che ha visto il coinvolgimento di diversi partners: la Cooperativa Sociale Azimut, il Consorzio dei Servizi Sociali dell’Ovadese, il Consorzio Idea Agenzia per il Lavoro, CFP Casa di Carità Arti e Mestieri, l’Associazione Sentirsi per Star Bene e l’Associazione Esagono.


L’intento del Progetto, giunto quasi al termine delle sue attività, è stato quello di fornire risposte efficaci e mirate alle famiglie monoparentali con figli minori che trovano particolari difficoltà nel loro percorso verso l’autonomia economica e l’integrazione sociale. Sulla base dei bisogni emersi sono stati elaborati percorsi integrati in armonia con le risposte già esistenti sul territorio che hanno riguardato diversi settori: azioni di baby-sitteraggio, interventi educativi, gruppi di parola, spazi neutri, dispersione scolastica, sostegno psicologico, formazione nel settore “cucina”, orientamento al lavoro.


Il progetto ha costituito un primo passo importante per mettere a fuoco bisogni delle famiglie a cui finora non si è riusciti a dare adeguate risposte, e a rafforzare la rete collaborativa esistente tra enti del territorio.

In prossimità della fine delle attività progettuali, previste al 31/12/2021, è stata organizzata l’inaugurazione ufficiale degli spazi Azimut presso l’Istituto San Giuseppe di Ovada (via Novi, 21), ristrutturati anche grazie al finanziamento ricevuto, come momento di incontro e di condivisione e come step finale per i partecipanti al “Laboratorio cucina” che, guidati dallo chef Yuri Russo, si occuperanno della preparazione del catering. L’evento è previsto per il 10 dicembre alle ore 17.


Letti di notte 2021: una notte dedicata al tema dell’autonomia delle donne

Letti di notte 2021: una notte dedicata al tema dell’autonomia delle donne

BANDO 2019 – Letti di notte è la notte bianca del libro e della lettura, organizzata dall’associazione Colibrì, in collaborazione con la CGIL di Alessandria, la SAOMS di Capriata d’Orba, l’Associazione Me.dea, l’Associazione Cultura e Sviluppo, la Global Thinking Foundation, una notte un po’ magica dove tutto accade intorno ai libri.

Il tema guida scelto per l’edizione 2021 è l’autonomia delle donne, e l’evento, che si terrà il 27 giugno presso il cortile della CGIL, in via Cavour 29 ad Alessandria, vedrà svolgersi:

  • incontri e dibattiti sui percorsi di autonomia delle donne per contrastare la violenza di genere con un intervento a cura di Claudia Segre, Presidente di Global Thinking Foundation, grazie al sostegno di Fondazione Social nell’ambito del progetto “Conti Tu” della SAOMS di Capriata d’Orba;
  • un intervento di Sarah Sclauzero di Me.dea su “La violenza economica dentro le mura domestiche”;
  • letture dal testo di Virginia Wolf “Una stanza tutta per sé” a cura di Fulvia Maldini;
  • letture libere sul tema dell’autonomia delle donne, dove i lettori proporranno 3 minuti di lettura da testi pubblicati, proposti anzitempo all’Associazione Colibrì.

La partecipazione è libera, tutti possono essere lettori o ascoltatori, perchè Letti di notte è un’occasione per raccontare storie in un modo originale e in un orario inconsueto, nella magia di una sera estiva.

Per ogni richiesta di informazione potete contattare il numero cell. 3423261103 o scrivere alla mail colibriassociazione.al@gmail.com

I laboratori al Lago Stella dedicati ai temi della biodiversità e dell’inclusività

I laboratori al Lago Stella dedicati ai temi della biodiversità e dell’inclusività

BANDO 2019 – Iniziano i laboratori al Lago Stella previsti all’interno del progetto “Aula verde Lago Stella” promosso da Piam Onlus di Asti.

Il Lago Stella, con sede a Castellero, è uno spazio dedicato ai temi della biodiversità e dell’inclusività: i laboratori organizzati propongono attività educative outdoor volte a rafforzare le capacità relazionali dei bambini che, attraverso le attività proposte, sono stimolati all’interazione con gli altri e alla valorizzazione delle proprie competenze.

L’educazione ambientale è oggi un elemento fondamentale per la formazione di ogni bambino che avrà la possibilità di partecipare ai laboratori incentranti sui temi della biodiversità, della sostenibilità ambientale e del rapporto tra uomo e animale. Il contatto con la natura diventa così occasione per creare inclusione sociale e, grazie al coinvolgimento di bambini e famiglie provenienti da contesti socioculturali differenti, anche occasione di interazione, di creazione di reti di contatti e di confronto all’interno del contesto informale e distensivo del Lago Stella.

Il progetto guarda alle nuove generazioni e alle relazioni tra persone in rapporto alla natura e al territorio: un parco sperimentale dedicato ai principi della biodiversità e della resilienza per agevolare un cambiamento di relazioni e comportamenti.

Online il laboratorio di scrittura “Sulle strade della memoria”

Online il laboratorio di scrittura “Sulle strade della memoria”

L’Associazione BlogAL, in collaborazione con la Biblioteca Civica “F. Calvo” di Alessandria e la compagnia teatrale Gli illegali, con il supporto e il contributo di Fondazione SociAL, organizza venerdì 7 maggio 2021 dalle ore 19 alle 21 il laboratorio di scrittura Sulle strade della memoria.
Il laboratorio sarà tenuto da Massimo Brioschi e sarà un evento on line, fruibile attraverso la piattaforma fondazionesocial.salavirtuale.it

“L’obiettivo – spiegano gli organizzatori – è di scrivere un racconto partendo da un evento proprio o della propria famiglia, che possa confluire nel flusso della storia della nostra città, Alessandria. Attraverso il gioco della scrittura, si andrà a spasso nella memoria, personale e collettiva, per scrivere un racconto originale e proprio. Le strisce dei Peanuts di Charles Schultz, i drammi di Shakespeare, i romanzi di Italo Calvino, i racconti di Charles Bukowski, i best seller di Fabio Volo. Quanto sembrano distanti tra loro queste opere! Ma una cosa le accomuna: la biografia degli autori, in filigrana o esposta.
Cibarsi della propria vita e della propria memoria è il punto iniziale di ogni opera creativa.
Anche noi possiamo provare a utilizzare la nostra memoria, a giocare con i nostri ricordi creando un racconto del tutto nuovo!”

L’Associazione BlogAL ringrazia la Fondazione SociAL e la Biblioteca Civica “F. Calvo” di Alessandria

E’ possibile partecipare al laboratorio registrandosi alla Sala Virtuale  ed entrando con le credenziali assegnate. Una volta individuato il laboratorio “Borgo del Teatro. Sulle strade della memoria”, è possibile cliccare sul titolo oppure sul bottone di accesso per procedere con l’iscrizione.

A questo punto sarà sufficiente collegarsi alla piattaforma il 7 maggio 2021 alle ore 19

I posti sono limitati.
Per informazioni o problemi è possibile rivolgersi a BlogAl al 3351340361 (anche WhatsApp) o via mail a info@illegali.it

Massimo Brioschi, dopo essersi avvicinato alla scrittura narrativa, si è orientato verso la drammaturgia, in concomitanza con gli studi universitari al DAMS di Torino.
Alcuni suoi testi teatrali sono stati rappresentati e un monologo è stato pubblicato dalla casa editrice ‘Editoria e Spettacolo’. Ha recitato in vari spettacoli teatrali.
Nel 2015 ha curato la raccolta Narrativa nel dissesto (Il foglio editore) che ha ispirato l’omonimo spettacolo teatrale. Nell’ambito di tale progetto un albero è stato piantato nel territorio del Comune di Alessandria.
Nel 2017 e 2018 ha condotto i laboratori di scrittura ‘Plot’ presso la Biblioteca Civica “F. Calvo” di Alessandria.

Il progetto Borgo del Teatro 2020 prevede, oltre all’ampliamento e il consolidamento dell’offerta culturale del polo artistico alternativo all’interno del Chiostro di Santa Maria di Castello, la costruzione di un archivio delle storie della nostra città, un contenitore multimediale di vite e di esperienze di nostri concittadini, realizzato tramite interviste multimediali, produzione di contenuti audio e video, laboratori di scrittura, archiviazione e digitalizzazione di documenti significativi, il tutto messo a disposizione della cittadinanza tramite un portale on line e uno spettacolo teatrale finale.

Antonio Ornano chiude la prima stagione de “La valigia dell’artista”

Antonio Ornano chiude la prima stagione de “La valigia dell’artista”

Tutto pronto per l’ultima puntata de “La valigia dell’artista” il talk show del Teatro della Juta, in onda martedì 20 aprile alle ore 21 sulla pagina Facebook del Teatro della Juta e in replica mercoledì 21 aprile alle ore 21:00 su Radio Gold TV (canale 654 del digitale terrestre).

Ospite della nuova puntata è l’attore e comico Antonio Ornano supportato da Simone Repetto attore, cabarettista e autore comico, la sfidante del quiz è Alessia Pignatelli, allieva dei corsi dell’Accademia della Juta. L’ospite musicale della puntata è il compositore Raffaello Basiglio.

Si conclude quindi la prima stagione de “La valigia dell’artista” creata con l’intento di preservare e rinforzare la rete di rapporti con il pubblico durante l’emergenza Coronavirus.
E’ stata realizzata nell’ambito del progetto “Accademia della Juta – Nuove Trame Artistiche”, in collaborazione con il Comune di Arquata Scrivia e il Comune di Gavi e con il contributo della Fondazione SociAL e della Compagnia di San Paolo.

Antonio Ornano scopre la sua passione per il teatro negli anni dell’università. Fonda una factory creativa la “MAODIT entertainment” con cui produrrà, scriverà e interpreterà spettacoli e cortometraggi che parteciperanno a diversi concorsi internazionali. Dopo anni di ricerca nell’ambito del teatro fa il suo esordio nel mondo della comicità partecipando a “Central Station” il programma comico di Comedy Central e MTV. Partecipa a due edizioni del programma televisivo in onda su Rai Due “Scorie” e successivamente a “Zelig Off” e allo spin-off di Davide Parenti “X Love”. Fa parte del cast di “Colorado” e di
“Quelli che il calcio” dove nel 2020 appare con una parodia su Roberto Burioni. Sempre nel 2020 debutta con il suo nuovo spettacolo “L’Ornano Furioso”.

L’educazione finanziaria per far fronte alle difficoltà familiari e per sostenere l’autonomia economica delle donne

L’educazione finanziaria per far fronte alle difficoltà familiari e per sostenere l’autonomia economica delle donne

Con l’emergenza sanitaria legata al coronavirus, nel nostro paese è aumentata significativamente la quota di famiglie che dichiarano di arrivare con difficoltà alla fine del mese: se prima della pandemia erano pari al 46%, adesso si attestano al 58%, quasi sei famiglie su dieci.
Emerge una difficoltà generalizzata a far fronte a spese improvvise di media entità e tale difficoltà è particolarmente accentuata tra i giovani, le donne, i nuclei monogenitoriali.

“Uno degli antidoti in grado di contrastare questo trend consiste nell’aumentare la conoscenza finanziaria dei cittadini: l’educazione alla gestione del bilancio familiare può essere cruciale per rendere le persone più consapevoli dei rischi che corrono e degli strumenti che possono attivare per gestirli. – spiegano da S.A.O.M.S. di Capriata d’Orba e Associazione Colibriì – C’è infatti una stretta correlazione tra alfabetizzazione finanziaria e capacità di far fronte a momenti di crisi e di difficoltà. In particolare per le donne l’educazione finanziaria consente una maggiore consapevolezza di sé e delle proprie capacità e possibilità. In particolare il contesto della violenza domestica mina l’autostima e la fiducia, per questo bisogna agire sulle leve delle conoscenze ma anche della stima di sé per contrastarla. L’educazione finanziaria parte da qui. Dalla consapevolezza dei propri diritti, delle proprie possibilità, del proprio ruolo. La violenza economica è forse la forma più subdola di violenza, che punta a mantenere il controllo della donna, togliendole la possibilità pratica e concreta di cercare una via d’uscita dalla violenza. Per questo l’educazione alla gestione delle finanze, la consapevolezza dell’importanza della propria autonomia finanziaria sono leve fondamentali da azionare, affinché migliorino concretamente le competenze e l’autoefficacia delle donne. Le donne devono sentirsi capaci di gestire le proprie finanze, o capaci di imparare a farlo; spesso sono anche “vittime” di stereotipi che vengono trasmessi da secoli e che fanno propri: ovvero essere meno portate per le materie economiche, meno interessate al denaro e più alla relazione”.

Il progetto Conti Tu, finanziato da Fondazione SociAL nell’ambito del Bando 2019 e attivato nel mese di aprile del 2020, ha già coinvolto 50 nuclei, in maggior parte donne con minori, in percorsi di educazione finanziaria, per rafforzare strutturalmente le loro competenze sulla gestione del proprio budget familiare e consolidarne la resilienza, soprattutto in questi tempi di emergenza sociale.
Da gennaio 2021 il progetto prosegue in collaborazione con Donne al quadrato di Global Thinking Foundation, con una nuova proposta di corso online su “Gestire i tuoi risparmi e realizzare i tuoi obiettivi di vita: come prendere decisioni consapevoli”, un percorso gratuito per tutti coloro che vogliono iscriversi, che tratterà i seguenti argomenti:

  • 8 aprile 2021 ORE 18.00 I Servizi Bancari e Finanziari: come funziona il conto corrente e quali sono gli strumenti di pagamento, dai tradizionali a quelli più innovativi e digitali.
  • 15 aprile 2021 ORE 18.00 Il Credito Bancario e Finanziario: quali sono le modalità di accesso al credito, il mutuo per la casa e la sua sospensione e rimodulazione.
  • 22 aprile 2021 ORE 18.00 Investimenti, Obiettivi e Pianificazione: quali sono i principali strumenti finanziari e le tipologie di rischio e perché è così importante il questionario MIFID II.
  • 29 aprile 2021 ORE 18.00 Previdenza complementare, Assicurazioni e Successioni: perché sono le scelte di oggi a garantire il benessere e la serenità nel futuro.
  • 6 maggio 2021 ORE 18.00 La Legge sul Sovraindebitamento: come prevenire e agire contro i fenomeni di usura e crisi da sovraindebitamento.

E’ possibile iscriversi sul sito di Global Thinking Foundation oppure mandando una mail a donnealquadrato@gltfoundation.com oppure a comitatocolibrì.al@gmail.com.

Per informazioni sul progetto Conti Tu e partecipare al percorso sulla gestione del bilancio familiare scrivere a s.a.o.m.s.capriatadorba@gmail.com