Seleziona una pagina
“Figli della violenza” per raccontare subcultura criminale e legalità

“Figli della violenza” per raccontare subcultura criminale e legalità

“Figli della violenza” è un filmato che racconta, attraverso letture teatrali e musiche originali, la subcultura criminale e il concetto di legalità.
I temi principali sono l’organizzazione criminale calabrese ‘ndrangheta, il Progetto “Liberi di scegliere” – ideato da Roberto Di Bella, già presidente del tribunale per i minori di Reggio Calabria e ora del tribunale per i minori di Catania -, i concetti di regola e costituzione e la drammatica vicenda di Don Puglisi in Sicilia.

Il documento video è realizzato dalla compagnia teatrale Coltelleria Einstein e fa parte del progetto “Vivere la legalità” – sostenuto da Fondazione SociAL nell’ambito del Bando 2019 –  che ha avuto tappe creative con gli studenti dell’Istituto “G.Marconi” di Tortona.

Testi tratti da “Liberi di scegliere” di Roberto Di Bella, “Sulle regole” di Gherardo Colombo e “Ciò che inferno non è” di Alessandro D’Avenia.
Gli attori sono Giorgio Boccassi e Donata Boggio Sola della compagnia teatrale Coltelleria Einstein, i musicisti sono Egidio Perduca e Samuele Perduca di Sonic Factory.

La ‘ndrangheta era riuscita a costruire una subcultura di violenza, sopraffazione, collusione che si propagava per contagio e riproduceva suoi codici come gli unici possibili nelle relazioni tra le persone.

Esiste un modo di intendere la comunità che non si basa sulle gerarchie, ma sull’idea che l’umanità si promuova attraverso un percorso armonico in cui la collaborazione di ciascuno, secondo le proprie possibilità, contribuisce all’emancipazione dei singoli e al progredire della società nel suo insieme.
L’elemento fondante è esattamente il contrario di quello che porta alla diseguaglianza, alla separazione e all’esclusione.

Su salavirtuale il laboratorio di scrittura “Sulle strade della memoria”

Su salavirtuale il laboratorio di scrittura “Sulle strade della memoria”

L’Associazione BlogAL in collaborazione con la Biblioteca Civica “F. Calvo” di Alessandria e la compagnia
teatrale Gli illegali, con il supporto e il contributo di Fondazione SociAL organizza venerdì 26 febbraio
2021 dalle ore 19 alle 21 il laboratorio di scrittura Sulle strade della memoria.
Il laboratorio, tenuto da Massimo Brioschi, sarà un evento on line, ospitato nella sala virtuale della
Fondazione SociAL, al link https://fondazionesocial.salavirtuale.it/.

“L’obiettivo – spiegano gli organizzatori – è scrivere un racconto partendo da un evento proprio o della propria famiglia, che possa confluire nel flusso della storia della nostra città, Alessandria.
Attraverso il gioco della scrittura, si andrà a spasso nella memoria, personale e collettiva, per scrivere un
racconto originale e proprio. Le strisce dei Peanuts di Charles Schultz, i drammi di Shakespeare, i romanzi di Italo Calvino, i racconti di Charles Bukowski, i best seller di Fabio Volo. Quanto sembrano distanti tra loro queste opere! Ma una cosa le accomuna: la biografia degli autori, in filigrana o esposta.
Cibarsi della propria vita e della propria memoria è il punto iniziale di ogni opera creativa.
Anche noi possiamo provare a utilizzare la nostra memoria, a giocare con i nostri ricordi creando un
racconto del tutto nuovo!”

Cosa devo fare per partecipare?
Poche regole e semplici:
registrati nella Sala Virtuale della Fondazione SociAL al link https://fondazionesocial.salavirtuale.it/
entra con le credenziali che ti sono assegnate
cerca il nostro laboratorio Borgo del Teatro. Sulle strade della memoria.
Clicca sul titolo oppure il bottone accesso.
clicca Iscrivimi
collegati il 26 febbraio 2021 alle ore 19. Troverai il link dell’evento on line.

Ricorda che ci sono pochissimi posti, quindi decidi in fretta e se hai qualsiasi problema puoi contattarci al
3351340361 (anche WhatsApp) o via mail a info@illegali.it

Massimo Brioschi, dopo essersi avvicinato alla scrittura narrativa, si è orientato verso la drammaturgia, in concomitanza con gli studi universitari al DAMS di Torino. Alcuni suoi testi teatrali sono stati rappresentati e un monologo è stato pubblicato dalla casa editrice ‘Editoria e Spettacolo’. Ha recitato in vari spettacoli teatrali. Nel 2015 ha curato la raccolta Narrativa nel dissesto (Il foglio editore) che ha ispirato l’omonimo spettacolo teatrale. Nell’ambito di tale progetto un albero è stato piantato nel territorio del Comune di Alessandria. Nel 2017 e 2018 ha condotto i laboratori di scrittura ‘Plot’ presso la Biblioteca Civica “F. Calvo” di Alessandria.

Progetto Borgo del Teatro
Il progetto Borgo del Teatro 2020 prevede, oltre all’ampliamento e il consolidamento dell’offerta culturale
del polo artistico alternativo all’interno del Chiostro di Santa Maria di Castello, la costruzione di un archivio delle storie della nostra città, un contenitore multimediale di vite e di esperienze di nostri concittadini, realizzato tramite interviste multimediali, produzione di contenuti audio e video, laboratori di scrittura, archiviazione e digitalizzazione di documenti significativi, il tutto messo a disposizione della cittadinanza tramite un portale on line e uno spettacolo teatrale finale.

“Consapevolmente” in diretta streaming per raccontare parent coaching e autismo

“Consapevolmente” in diretta streaming per raccontare parent coaching e autismo

Mercoledì 16 dicembre ANFFAS Casale Monferrato riabilitazione, propone una diretta streaming, visibile sulla pagina Facebook dell’ente per presentare i primi risultati e l’esperienza del progetto “Consapevolmente”.

Un’iniziativa di parent coaching per l’autismo, realizzata con il sostegno di Fondazione SociAL, Fondazione CRT e ISES Alessandria, in partnership con Comune di Casale Monferrato, Servizi Socio Assistenziali di zona, ASL di competenza, con S.C. di neuropsichiatria infantile dell’Ospedale SS Arrigo e Biagio (Al) e associazione Angsa Casale Monferrato.

“Attraverso il progetto – spiegano dall’equipe di Anffas Casale Monferrato – abbiamo avviato un percorso di supporto e formazione sul campo, di alcune famiglie con minori con ASD, ponendo l’attenzione sul migliorare la qualità delle relazione all’interno del nucleo familiare, migliorare la qualità della vita dei bambini e ragazzi con disturbo dello spettro autistico e sul coinvolgimento dei genitori come parte attiva nel trattamento dei propri figli”.

Alla Juta ricominciano i corsi di recitazione per adulti

Alla Juta ricominciano i corsi di recitazione per adulti

Lunedì 12 e mercoledì 14 ottobre, al Teatro della Juta di Arquata Scrivia riprendono i corsi di teatro per adulti, con due incontri di prova gratuiti – che si terranno dalle 21 alle 23 – tenuti dai docenti Michele Puleio e Luca Zilovich rispettivamente attore e regista che collaborano ormai da tre anni con il teatro di Acquata Scrivia.

Al termine delle serate di prova i gruppi di lavoro verranno divisi in due classi e le lezioni avranno successivamente luogo a Gavi il lunedì e ad Arquata Scrivia il mercoledì.

L’intento è quello di offrire ai partecipanti la possibilità di misurarsi con serietà alla recitazione, fornendo gli strumenti necessari per approcciarsi al lavoro e di confrontarsi spesso col pubblico, creando progetti che vadano oltre il semplice corso di teatro.

I corsi dedicati ai ragazzi saranno invece divisi in fasce di età dai 6 agli 11 anni e dai 12 ai 14 anni. Partiranno solo con il raggiungimento di un numero minimo di iscritti.

I corsi di recitazione fanno parte del progetto Accademia della Juta dell’Associazione Commedia Community, realizzato con la collaborazione del Comune di Arquata Scrivia, il Comune di Gavi e il sostegno di Fondazione SociAL di Alessandria.

Tutti gli incontri avverranno nel pieno rispetto delle norme anti Corona Virus previste dalla legge.

Lunedì 12 Ottobre e mercoledì 14 Ottobre dalle 21 alle 23
Teatro della Juta, via Bruno Buozzi, Arquata Scrivia

Per info su costi ed orari:
3450604219
teatrodellajuta@gmail.com

La rassegna “Una festa in mascherina” si chiude con “Scarafaggi”

La rassegna “Una festa in mascherina” si chiude con “Scarafaggi”

Domenica 11 ottobre 2020 alle 16.00, appuntamento nel cortile del Chiostro di Santa Maria di Castello, Piazza Santa Maria di Castello 14, Alessandria, per l’ultimo appuntamento della rassegna per  l’infanzia “Una festa in mascherina”, realizzata da Associazione BlogAL nell’ambito del Bando 2019.

In scena “Scarafaggi”, una fiaba musicale dedicata ai bambini a partire dai 6 anni.

Una stanza, una teiera, un buco sul soffitto e Dave che parla con quattro piccoli scarafaggi! Ma che succede se i quattro strampalati animaletti si infilano nel buco sul soffitto assieme a Dave che li segue? Ecco che, all’interno del buco c’è musica, colore e desideri dimenticati! Un universo colorato di fantasia che Dave ritroverà e riporterà al mondo esterno!
Scarafaggi è una favola moderna, un travolgente tuffo in un mondo fatto di musica, colori, personaggi bizzarri e situazioni divertenti.
Sulle note delle affascinanti melodie dei Beatles, lo spettacolo racconta un rutilante viaggio nell’immaginazione, capace di appassionare grandi e piccini attraverso gran ritmo, colpi di scena, comicità e un pizzico di dolce malinconia.

Con: Andrea Benfante e Anna Giarrocco.
Elementi scenografici e costumi: A. e B. Benfante.
Testo e regia di: Andrea Benfante.
Compagnia Il Teatrino di Bisanzio

Adulti 3 euro, bambini 3 euro
(Le bambine e i bambini non possono essere lasciati da soli, quindi si richiede la presenza di almeno un accompagnatore per ogni bambina / bambino o per ogni famiglia. E’ possibile per un adulto venire non accompagnato da un bambino, ma in questo caso deve averne lo spirito dentro)

PRENOTAZIONE OBBLIGATORIA
Sito web: www.illegali.it/prenota
Tel. 3351340361 anche WhatsApp
Email: info@illegali.it

In caso di maltempo lo spettacolo potrebbe essere rimandato. Verrà data comunicazione alle persone che hanno prenotato.

L’Associazione BlogAL ringrazia la Fondazione SociAL per il contributo alla rassegna, il Chiostro Hostel and Hotel per l’ospitalità, il sostegno, l’entusiasmo, l’amicizia dimostrata, la Provincia di Alessandria per il patrocinio concesso alla manifestazione, Distretto d’Innovazione Sociale Borgo Rovereto per il supporto e l’entusiasmo, Anna Piccini per la realizzazione del design grafico dell’iniziativa.

Come spettatore quali regole devo rispettare?
Poche e semplici:
Vengono rispettate tutte le regole di sicurezza. I posti sono molto limitati e la prenotazione è obbligatoria ai seguenti contatti.
Sito web: www.illegali.it/prenota Tel. 3351340361 anche WhatsApp. Email: info@illegali.it{“type”:”block”,”srcClientIds”:[“b949f654-b0a7-4da2-a2ab-0f8c61fec692″],”srcRootClientId”:””}
I biglietti verranno poi acquistati in cassa.
Porta con te la mascherina (al di sotto dei 6 anni la mascherina non è obbligatoria).
Avvisa se, dopo aver prenotato, non potessi venire.
Goditi lo spettacolo in serenità.

Rassegna “Una festa in mascherina”
È una festa del teatro per bambine e bambini, ragazze e ragazzi che unisce spettacoli e cultura a un carnevale fuori stagione.
Una festa a cui è obbligatorio partecipare mascherati, dove si può giocare al gioco delle distanze.
Fatevi accompagnare sul vostro piccolo trono e sognerete grazie ai nostri maghi, narratrici e piccoli animaletti fiabeschi, in un cortile antico e misterioso.

Radio Illegale online

Radio Illegale online

Radio Illegale è la versione virtuale on line delle attività e dei progetti teatrali della Compagnia Gli Illegali di Alessandria.
Radio Illegale è fatta di sketch comici, ironia, pezzi di spettacoli, favole. Per accedere a tutti i contenuti – disponibili gratuitamente – è sufficiente visitare il sito de Gli Illegali oppure il canale YouTube.

Il fulcro della compagnia Gli Illegali nasce nel 2013 con la partecipazione alla trasmissione satirica radiofonica L’Ora Illegale in onda sulle frequenze di Radio Alex.
Con esperienza decennale in ambito teatrale, gli attori della compagnia hanno come caratteristica principale quella di realizzare completamente i propri spettacoli, dalla scrittura del testo, alla messa in scena, realizzando spesso spettacoli che scherzosamente vengono definiti a Km 0.

Da tre anni, con il contributo della Fondazione SociAL e l’ospitalità de Il Chiostro hostel and hotel, la Compagnia Gli Illegali di Alessandria e l’associazione BlogAL, stanno consolidando un polo culturale alternativo che abbia come sede il quartiere di Borgo Rovereto ad Alessandria. “Al momento siamo fermi – dicono – ma ritorneremo”.