Seleziona una pagina
JUTA NO LIMITS: AL VIA UFFICIALMENTE IL PROGETTO CON TRE SPETTACOLI AUDIO DESCRITTI

JUTA NO LIMITS: AL VIA UFFICIALMENTE IL PROGETTO CON TRE SPETTACOLI AUDIO DESCRITTI

Dopo il test di ottobre effettuato ad Arquata Scrivia con lo spettacolo Sogno Americano di Teatro del Simposio, inizia ufficialmente il progetto Juta No Limits, nato dalla collaborazione tra Associazione Abilitando, Commedia Community e Centro Diego Fabbri.

L’obiettivo è quello di permettere alle persone con disabilità visiva, uditiva e intellettiva di fruire pienamente l’esperienza del teatro.

Giovedì 10 febbraio al Teatro Civico di Gavi il primo degli spettacoli audio descritti a cura del Centro Diego Fabbri: si tratta di “La leggenda del pallavolista volante”, con Andrea Zorzi detto “Zorro” – il pallavolista due volte campione del mondo, tre volte campione europeo e medaglia olimpica con l’indimenticabile Nazionale di Julio Velasco. Sarà un viaggio nella memoria collettiva del nostro paese, una riflessione metaforica e gioiosa sullo sport e sul patrimonio di lezioni morali e civili in esso racchiuso, il “campo” perfetto per le audio descrizioni che accompagneranno i movimenti in scena del grande sportivo.

Sabato 12 febbraio secondo appuntamento al Teatro della Juta di Arquata Scrivia, sede naturale del progetto, con l’audio descrizione per non vedenti (e non solo) dello spettacolo In occasione, del Teatro del Fiasco, dove due collaboratori si muovono sul palco e in sala per preparare l’arrivo di un misterioso Presidente che sta per arrivare…

La terza occasione per fruire in piena accessibilità di spettacoli teatrali di livello nazionale sarà giovedì 17 febbraio al Teatro Alessandrino di Alessandria, dove nel corso di Sogno di una notte di mezza estate a cura di Jurij Ferrini – spettacolo inserito nella stagione a cura del Comune di Alessandria con la collaborazione della Fondazione Piemonte dal Vivo – sarà possibile fare affidamento sulla audio descrizione del Centro Diego Fabbri.

Nessuna barriera sensoriale grazie alla descrizione dei movimenti, degli oggetti in scena, delle emozioni dei volti degli attori e molto altro ancora, per rendere l’esperienza artistica e teatrale davvero completa ed inclusiva. L’arte è davvero accessibile a tutti, al pubblico in sala che vorrà essere parte di questa esperienza totalizzante.

Prossimamente presso il Teatro della Juta di Arquata Scrivia prenderanno il via anche gli spettacoli dotati di sopratitoli per i non udenti, l’organizzazione di tour tattili e verrà messo in funzione il loop a induzione magnetica, dedicato ai fruitori di apparecchio acustico.

In fase di avvio anche la formazione dello spettatore, in collaborazione con il Liceo Amaldi di Novi Ligure, che incentiva gli studenti a riscoprire l’arte della messa in scena, come spettatori “attivi”, avvicinandoli al mondo del volontariato e formando i ragazzi all’assistenza delle persone con disabilità sensoriali e intellettive durante gli spettacoli.

L’ambizioso progetto di JUTA NO LIMITS è possibile grazie al sostegno della Fondazione CRT, nell’ambito del bando Vivomeglio 2020, del Comune di Arquata Scrivia, della Fondazione Social e con la collaborazione della Fondazione Piemonte dal Vivo, da sempre impegnata nella diffusione della cultura teatrale, declinata nelle differenti dimensioni artistiche che abitano il palcoscenico. Collaborano inoltre Whisper e San Crispino, la Rai con il supporto tecnologico e Fe.D.Man – Federazione Disability Management.



Bando Beneficiari 2021: pubblicati gli esiti

Bando Beneficiari 2021: pubblicati gli esiti

La Commissione di Valutazione ha concluso il proprio lavoro. E’, infatti, stato pubblicato l’elenco dei progetti presentati nell’ambito del Bando Beneficiari 2021 che saranno sostenuti da Fondazione SociAL.

In questa nuova edizione biennale del Bando, misura attraverso la quale Fondazione SociAL sostiene gli Enti del Terzo Settore delle province di Asti e Alessandria, hanno partecipato 53 ETS, di cui n.12 con richiesta uguale o inferiore a € 5.000, n.41 con richiesta entro € 30.000 e n.19 con richiesta per accedere al premio di impatto. 

Fondazione SociAL consolida pertanto il proprio impegno nel sostenere progettualità nelle aree dell’educazione e promozione culturale e della prevenzione e contrasto del disagio sociale, con la volontà di valorizzare approcci attenti a vulnerabilità, ecosistemi territoriali e cittadinanza attiva.

Tra le 20 iniziative selezionate dalla Commissione ci sono progetti rivolti alle persone vulnerabili: dai percorsi di accompagnamento e sostegno agli sportelli, dalla formazione all’inserimento lavorativo, dall’artigianato sociale alle attività laboratoriali. Non mancano le iniziative dedicate alla sostenibilità, così come i progetti dedicati a serre sociali destinati alla cittadinanza.

I progetti vincitori saranno co-finanziati da Fondazione SociAL con un contributo totale di circa 420mila euro.

A garanzia di un monitoraggio costante e un sostegno metodologico all’attuazione dei progetti, la Fondazione mette a disposizione tutor qualificati, che accompagneranno le realtà vincitrici.

L’elenco dei progetti finanziati è consultabile nella pagina dedicata al Bando 2021.

Bando Beneficiari 2021: pubblicati gli esiti

Bando Beneficiari 2021: al via il processo di valutazione    

Venerdì 22 ottobre, si è chiuso il Bando Beneficiari 2021, la misura attraverso la quale Fondazione SociAL sostiene gli Enti del Terzo Settore delle province di Asti e Alessandria.

La nuova edizione del Bando biennale ha visto la partecipazione di diversi ETS, per un totale di 53 domande di sostegno correttamente inviate. Di queste, 18 hanno fatto richiesta del Premio d’impatto sistemico messo a disposizione da Fondazione SociAL con l’obiettivo di incentivare la presentazione di progetti in grado di produrre un cambiamento permanente e di lungo termine e caratterizzati da un alto grado di sostenibilità.

Fondazione SociAL affida, adesso, alla Commissione di Valutazione – composta da un gruppo di esperti – , l’analisi delle richieste di contributo. Il processo di valutazione consiste in un’analisi di merito, incentrata sia sui contenuti (significatività degli obiettivi e dell’impatto, capacità di innovazione e adeguatezza delle strategie adottate, ecosistema, potenziale di crescita, qualità dell’esposizione), sia sulla sostenibilità economico-finanziaria (equilibrio del piano economico e sostenibilità futura).

La valutazione avviene a partire dai seguenti criteri di efficacia ed efficienza:
• impatto sociale
• fattibilità
• capacità di innovazione
• partnership
• continuità e crescita

Terminata la valutazione delle domande inviate, gli enti candidati potranno essere invitati a partecipare ad incontri di approfondimento sul progetto.