Seleziona una pagina
Letti di notte 2021: una notte dedicata al tema dell’autonomia delle donne

Letti di notte 2021: una notte dedicata al tema dell’autonomia delle donne

BANDO 2019 – Letti di notte è la notte bianca del libro e della lettura, organizzata dall’associazione Colibrì, in collaborazione con la CGIL di Alessandria, la SAOMS di Capriata d’Orba, l’Associazione Me.dea, l’Associazione Cultura e Sviluppo, la Global Thinking Foundation, una notte un po’ magica dove tutto accade intorno ai libri.

Il tema guida scelto per l’edizione 2021 è l’autonomia delle donne, e l’evento, che si terrà il 27 giugno presso il cortile della CGIL, in via Cavour 29 ad Alessandria, vedrà svolgersi:

  • incontri e dibattiti sui percorsi di autonomia delle donne per contrastare la violenza di genere con un intervento a cura di Claudia Segre, Presidente di Global Thinking Foundation, grazie al sostegno di Fondazione Social nell’ambito del progetto “Conti Tu” della SAOMS di Capriata d’Orba;
  • un intervento di Sarah Sclauzero di Me.dea su “La violenza economica dentro le mura domestiche”;
  • letture dal testo di Virginia Wolf “Una stanza tutta per sé” a cura di Fulvia Maldini;
  • letture libere sul tema dell’autonomia delle donne, dove i lettori proporranno 3 minuti di lettura da testi pubblicati, proposti anzitempo all’Associazione Colibrì.

La partecipazione è libera, tutti possono essere lettori o ascoltatori, perchè Letti di notte è un’occasione per raccontare storie in un modo originale e in un orario inconsueto, nella magia di una sera estiva.

Per ogni richiesta di informazione potete contattare il numero cell. 3423261103 o scrivere alla mail colibriassociazione.al@gmail.com

I laboratori al Lago Stella dedicati ai temi della biodiversità e dell’inclusività

I laboratori al Lago Stella dedicati ai temi della biodiversità e dell’inclusività

BANDO 2019 – Iniziano i laboratori al Lago Stella previsti all’interno del progetto “Aula verde Lago Stella” promosso da Piam Onlus di Asti.

Il Lago Stella, con sede a Castellero, è uno spazio dedicato ai temi della biodiversità e dell’inclusività: i laboratori organizzati propongono attività educative outdoor volte a rafforzare le capacità relazionali dei bambini che, attraverso le attività proposte, sono stimolati all’interazione con gli altri e alla valorizzazione delle proprie competenze.

L’educazione ambientale è oggi un elemento fondamentale per la formazione di ogni bambino che avrà la possibilità di partecipare ai laboratori incentranti sui temi della biodiversità, della sostenibilità ambientale e del rapporto tra uomo e animale. Il contatto con la natura diventa così occasione per creare inclusione sociale e, grazie al coinvolgimento di bambini e famiglie provenienti da contesti socioculturali differenti, anche occasione di interazione, di creazione di reti di contatti e di confronto all’interno del contesto informale e distensivo del Lago Stella.

Il progetto guarda alle nuove generazioni e alle relazioni tra persone in rapporto alla natura e al territorio: un parco sperimentale dedicato ai principi della biodiversità e della resilienza per agevolare un cambiamento di relazioni e comportamenti.

Online il laboratorio di scrittura “Sulle strade della memoria”

Online il laboratorio di scrittura “Sulle strade della memoria”

L’Associazione BlogAL, in collaborazione con la Biblioteca Civica “F. Calvo” di Alessandria e la compagnia teatrale Gli illegali, con il supporto e il contributo di Fondazione SociAL, organizza venerdì 7 maggio 2021 dalle ore 19 alle 21 il laboratorio di scrittura Sulle strade della memoria.
Il laboratorio sarà tenuto da Massimo Brioschi e sarà un evento on line, fruibile attraverso la piattaforma fondazionesocial.salavirtuale.it

“L’obiettivo – spiegano gli organizzatori – è di scrivere un racconto partendo da un evento proprio o della propria famiglia, che possa confluire nel flusso della storia della nostra città, Alessandria. Attraverso il gioco della scrittura, si andrà a spasso nella memoria, personale e collettiva, per scrivere un racconto originale e proprio. Le strisce dei Peanuts di Charles Schultz, i drammi di Shakespeare, i romanzi di Italo Calvino, i racconti di Charles Bukowski, i best seller di Fabio Volo. Quanto sembrano distanti tra loro queste opere! Ma una cosa le accomuna: la biografia degli autori, in filigrana o esposta.
Cibarsi della propria vita e della propria memoria è il punto iniziale di ogni opera creativa.
Anche noi possiamo provare a utilizzare la nostra memoria, a giocare con i nostri ricordi creando un racconto del tutto nuovo!”

L’Associazione BlogAL ringrazia la Fondazione SociAL e la Biblioteca Civica “F. Calvo” di Alessandria

E’ possibile partecipare al laboratorio registrandosi alla Sala Virtuale  ed entrando con le credenziali assegnate. Una volta individuato il laboratorio “Borgo del Teatro. Sulle strade della memoria”, è possibile cliccare sul titolo oppure sul bottone di accesso per procedere con l’iscrizione.

A questo punto sarà sufficiente collegarsi alla piattaforma il 7 maggio 2021 alle ore 19

I posti sono limitati.
Per informazioni o problemi è possibile rivolgersi a BlogAl al 3351340361 (anche WhatsApp) o via mail a info@illegali.it

Massimo Brioschi, dopo essersi avvicinato alla scrittura narrativa, si è orientato verso la drammaturgia, in concomitanza con gli studi universitari al DAMS di Torino.
Alcuni suoi testi teatrali sono stati rappresentati e un monologo è stato pubblicato dalla casa editrice ‘Editoria e Spettacolo’. Ha recitato in vari spettacoli teatrali.
Nel 2015 ha curato la raccolta Narrativa nel dissesto (Il foglio editore) che ha ispirato l’omonimo spettacolo teatrale. Nell’ambito di tale progetto un albero è stato piantato nel territorio del Comune di Alessandria.
Nel 2017 e 2018 ha condotto i laboratori di scrittura ‘Plot’ presso la Biblioteca Civica “F. Calvo” di Alessandria.

Il progetto Borgo del Teatro 2020 prevede, oltre all’ampliamento e il consolidamento dell’offerta culturale del polo artistico alternativo all’interno del Chiostro di Santa Maria di Castello, la costruzione di un archivio delle storie della nostra città, un contenitore multimediale di vite e di esperienze di nostri concittadini, realizzato tramite interviste multimediali, produzione di contenuti audio e video, laboratori di scrittura, archiviazione e digitalizzazione di documenti significativi, il tutto messo a disposizione della cittadinanza tramite un portale on line e uno spettacolo teatrale finale.

Antonio Ornano chiude la prima stagione de “La valigia dell’artista”

Antonio Ornano chiude la prima stagione de “La valigia dell’artista”

Tutto pronto per l’ultima puntata de “La valigia dell’artista” il talk show del Teatro della Juta, in onda martedì 20 aprile alle ore 21 sulla pagina Facebook del Teatro della Juta e in replica mercoledì 21 aprile alle ore 21:00 su Radio Gold TV (canale 654 del digitale terrestre).

Ospite della nuova puntata è l’attore e comico Antonio Ornano supportato da Simone Repetto attore, cabarettista e autore comico, la sfidante del quiz è Alessia Pignatelli, allieva dei corsi dell’Accademia della Juta. L’ospite musicale della puntata è il compositore Raffaello Basiglio.

Si conclude quindi la prima stagione de “La valigia dell’artista” creata con l’intento di preservare e rinforzare la rete di rapporti con il pubblico durante l’emergenza Coronavirus.
E’ stata realizzata nell’ambito del progetto “Accademia della Juta – Nuove Trame Artistiche”, in collaborazione con il Comune di Arquata Scrivia e il Comune di Gavi e con il contributo della Fondazione SociAL e della Compagnia di San Paolo.

Antonio Ornano scopre la sua passione per il teatro negli anni dell’università. Fonda una factory creativa la “MAODIT entertainment” con cui produrrà, scriverà e interpreterà spettacoli e cortometraggi che parteciperanno a diversi concorsi internazionali. Dopo anni di ricerca nell’ambito del teatro fa il suo esordio nel mondo della comicità partecipando a “Central Station” il programma comico di Comedy Central e MTV. Partecipa a due edizioni del programma televisivo in onda su Rai Due “Scorie” e successivamente a “Zelig Off” e allo spin-off di Davide Parenti “X Love”. Fa parte del cast di “Colorado” e di
“Quelli che il calcio” dove nel 2020 appare con una parodia su Roberto Burioni. Sempre nel 2020 debutta con il suo nuovo spettacolo “L’Ornano Furioso”.

A “La valigia dell’artista” ospite Marina Massironi

A “La valigia dell’artista” ospite Marina Massironi

Sarà una puntata tutta al femminile quella che andrà in onda venerdì 19 marzo alle ore 21 sulla pagina Facebook del Teatro della Juta e in replica lunedì 22 marzo alle ore 21 su Radio Gold TV (canale 654 del digitale terrestre).

L’attrice Marina Massironi racconterà la sua vita e la sua carriera attraverso tre oggetti per lei significativi. Ad intrattenerla ci saranno Chiara Giovannini dalla community del Teatro della Juta e Cristiana Surleti e Barbara Sabella dell’associazione “Save the family” di Roma che si occupa di dare supporto alle famiglie con figli che affrontano giornalmente grandi difficoltà ( www.savethefamily.it ).

Continua anche l’iniziativa dell’Accademia della Juta “Stagione Attiva” in cui il pubblico può votare due spettacoli che verranno proposti nella stagione al Teatro della Juta di Arquata Scrivia e al teatro di Gavi. Per far parte dell’iniziativa è sufficiente mandare una mail a teatrodellajuta@gmail.com ed iscriversi alla newsletter.

La trasmissione, creata con l’intento di preservare e rinforzare la rete di rapporti con il pubblico durante l’emergenza Coronavirus, è realizzata nell’ambito del progetto “Accademia della Juta – Nuove Trame Artistiche”, in collaborazione con il Comune di Arquata Scrivia e il Comune di Gavi e con il contributo della Fondazione SociAL e della Compagnia di San Paolo.

Marina Massironi inizia la sua carriera come cabarettista nel duo formato con Giacomo Poretti “Hansel & Strüdel”. Dal 1990 fino all’inizio degli anni 2000 collabora con il trio comico “Aldo, Giovanni e Giacomo” prima in televisione, poi a teatro ed infine al cinema.
Nel 2000 vince un Nastro d’Argento e un David di Donatello come miglior attrice non protagonista per “Pane e Tulipani”. Ha recitato a teatro per la regia di Elisabetta Ratti in “La somma di due”, ne “Le verità di Bakersfield” di Stephen Sachs per la regia di Veronica Cruciani e in “Rosalyn” di Edoardo Erba per la regia si Serena Sinigaglia.